Commissione Parcelle
Torna all'elenco

Commissione Parcelle

Informazioni generali

Mission

La Commissione Parcelle, forse tra quelle di più remota istituzione, ha rivestito in passato un ruolo fondamentale per la salvaguardia ed il decoro della professione, garantendo il corretto rispetto degli obblighi tariffari al tempo vigenti.

A seguito del D.L. 24 gennaio 2012 n. 1 (convertito in legge dalla L. 27/2012) con il quale sono state abrogate tutte  le tariffe  delle professioni regolamentate nel sistema ordinistico, l’Ordine non dispone più i alcun criterio tariffario a cui potersi riferire per rilasciare pareri di conformità e/o congruità. Con i nuovi indirizzi normativi i compensi professionali si basano sostanzialmente sul principio della libera contrattazione tra le parti. Resta saldo il principio sancito dall’art. 2233 del c.c.  circa il “compenso adeguato all’importanza dell’opera e al decoro della professione”. Principio richiamanto anche dal nostro Codice Deontologico (ultimo aggiornamento approvato  con delibera del CNI nella seduta del 9 Aprile 2014) art. 11.3 .

Lo stesso Codice Deontologico all’art. 15.3 cita: “E’ sanzionabile disciplinarmente  la pattuizione di compensi  manifestamente inadeguati  alla prestazione da svolgere. In caso di accettazione di incarichi  con corrispettivo che si presuma  anormalmente basso, l’ingegnere potrà essere chiamato  a dimostrare il rispetto  dei principi di efficienza e qualità della prestazione.”

Successivamente all’abrogazione delle Tariffe Professionali  il Legislatore ha emanato i seguenti decreti:

- D.M. n°140 del 20 luglio 2012 (Regolamento recante la determinazione dei parametri  per la liquidazione  da parte di un Organo Giurisdizionale dei compensi per le professioni regolamentate  vigilate dal Ministero della Giustizia).

- D.M. n. 143 del 31 ottobre 2012 (Regolamento  recante determinazione dei corrispettivi  da porre a base di gara  nelle procedure di affidamento di contratti pubblici dei servizi relativi all’architettura ed all’ingegneria.)

Va chiarito che questi due riferimenti normativi  non sono affatto tariffe professionali ma costituiscono rispettivamente strumenti affidati al Giudice per la liquidazione dei compensi in caso di contenzioso tra le parti e a l Rup per la predisposizione  dei corrispettivi da porre a base di gara nei Lavori Pubblici.

 In questo scenario la Commissione Parcelle si trova attualmente ad operare, non vistando  più parcelle  per conformità/congruità a Tariffa, in quanto non esiste più una tariffa di riferimento, ma rilasciando, su richiesta degli iscritti o dei committenti, pareri ai sensi dell’art. 5, comma 3 L. 1935 del 24.05.1923-Tutela  del Titolo e dell’Esercizio della Professione degli Ingegneri e degli Architetti- che testualmente cita : .. “da , a richiesta,  parere sulle controversie professionali  e sulla liquidazione  di onorari e spese”).

In pratica

La Commissione Parcella attualmente rilascia pareri di rispondenza o meno ai parametri di cui ai sopra citati DM.

Per prestazioni effettuate antecedentemente all’abrogazione delle Tariffe Professionali, se espressamente richiesto, rilascia pareri di conformità/congruità ai criteri tariffari vigenti all’epoca della prestazione.

 

 Contatti

Coordinatore e Consiglieri / Membri partecipanti

  • ing. Claudio Donada (Coordinatore) - uff.: 0432/481862
  • ing. Mario Capellari
  • ing. Paolo Lena
  • ing. Stefano Guatti (Referente Consiglio)
  • ing. Marco Mitri
  • ing. Cristiano Roselli della Rovere
  • ing. Maurizio De Luca
  •  

 

News


Eventi

Nessun evento inserito

Verbali

Verbali disponibili per gli utenti registrati


Download

Nessun allegato inserito

FAQ

Nessuna FAQ inserita